Articolo di giornale

2. Cos'è il turismo

Il turismo è un'attività svolta da persone che viaggiano e visitano posti per lavoro, divertimento, conoscenza e istruzione. In generale è il complesso di tutte le attività intese al soddisfacimento delle esigenze dei turisti e dei viaggiatori. Il settore turistico è alimentato e finanziato grazie ai turisti stessi. Nel settore turistico, per mantenere un buon numero di turisti e avere una buona reputazione, bisogna soddisfare l'aspettativa dell'ospite. Per questo motivo, il dirigente e l'operatore turistico deve appurare, comprendere e percepire lo stato d'animo del turista.

Secondo la definizione dell'Organizzazione Mondiale del Turismo (un dipartimento delle Nazioni Unite), è considerato turista qualunque persona viaggi in luoghi diversi da quello in cui ha la sua residenza abituale, per un periodo di almeno una notte ma non superiore a un anno e il cui scopo non sia un'attività remunerativa all'interno del paese visitato. Ad esempio chi viaggia per svago, vacanza, istruzione o per visitare amici e parenti come pure per motivi di salute, religiosi e quant'altro.

Il termine turismo ha anche un altro significato: settore industriale e commerciale. Essi provvedono ai vari servizi come trasporti in aereo, treno, pullman…, servizi di ospitalità in alberghi, ostelli,…; ed altri servizi come guide turistiche, parchi, entrata in musei,…

Esso è un fenomeno di modernismo, ha dato l'avvio allo sviluppo dei mezzi di comunicazione e trasformazioni economico-sociali provocati dalla rivoluzione industriale, che hanno permesso a sempre più persone, di godere dei periodi di vacanza e svago retribuiti lontano dalla propria dimora.

Nel periodo del dopoguerra sono nati esercizi pubblici con tariffe molto convenienti, accessibili anche ai giovani, cioè campeggi, ostelli per la gioventù, motel, case per ferie, ecc.

Al giorno d'oggi, il turismo ha raggiunto uno sviluppo molto elevato in campo economico, sociale e culturale ed è di fondamentale importanza nei bilanci di tutti i paesi del mondo.

Esiste il turismo individuale, cioè quello di persone o famiglie svolto al di fuori di organizzazioni collettive. Oltre a questo c'è anche il turismo sociale che è praticato da gruppi di persone appartenenti a categorie della popolazione con reddito limitato e, che sono aiutati da particolari offerte, da organismi pubblici e privati.

Il turismo si può svolgere solamente grazie all'esistenza di adeguate attrezzature chiamate industrie turistiche, come ad esempio l'agenzia di viaggi, l'albergo, le pensioni e le locande.

Il turismo è una fonte di entrate importante per molti paesi del mondo giacché porta molto denaro nelle casse dello stato attraverso la tassazione dei servizi correlati al turismo (per esempio le tasse di soggiorno o le tasse aeroportuali, ecc.), e inoltre in modo indiretto attraverso gli incassi dei fornitori dei vari servizi.

Esiste un'organizzazione chiamata Svizzera Turismo, il suo incarico è di promuovere la domanda di viaggi e vacanze in Svizzera. Essa è un ente di diritto pubblico con sede a Zurigo ed è soggetta alla vigilanza del Dipartimento federale dell'economia (DFE) e della Segreteria di Stato dell'economia (SECO).
È un'organizzazione nazionale di marketing e vendita che si occupa della promozione del territorio svizzero come meta di vacanze, turismo e congressi.

C'è l'attuazione di un progetto, ideato dalla SECO che, in collaborazione con Innotour, vuole sostenere i progetti che rilanciano il settore turistico. Questo progetto è stato approvato dal Parlamento e mette a disposizione ben 21 milioni di franchi per il periodo tra il 2008e il 2011.

Estremamente fondamentali sono anche i mezzi di trasporto che sono la condizione primaria per lo svolgimento del turismo, poiché consentono a chiunque di viaggiare.

Recentemente, molte organizzazioni non governative, hanno iniziato a occuparsi del turismo come mezzo per favorire lo sviluppo di nazioni povere.

Uno svantaggio per il nostro paese è che, in confronto ai paesi confinanti, i prezzi svizzeri nel settore turistico, sono molto più elevati.

Adesso, nel periodo di crisi, il turismo svizzero punta al suo patrimonio naturale così da riconquistare un buon numero di persone. A causa della crisi i paesi cercano di risparmiare, fanno attenzione ai costi per i consumi e sono alla caccia di promozioni, quindi non vogliono investire. Il turismo svizzero avanza con fatica, poiché, nessun consumatore è disposto a investire e a sfruttare le possibilità offerte da questo settore.

Per migliorare l'industria turistica ci vorrebbero nuove risorse e nuovi sostegni per le imprese del settore.

Anche poter eseguire dei miglioramenti nei trasporti, aiuterebbe a rialzare i pernottamenti. Sostenere i trasporti aerei low cost rilancerebbe sicuramente il sistema turistico. Inoltre è importante migliorare i collegamenti tra le varie strade soprattutto quelle di montagna che a volte per motivi vari come quelli meteorologici non sono raggiungibili.

Bisognerebbe anche creare più zone per attività ricreative come per esempio parchi, giardini, campi sportivi, sale di congresso, come pure togliere i dazi doganali, cosa che comporterebbe un grande vantaggio per il settore turistico svizzero.

2.1 Svantaggi

* Competitività sul piano dei prezzi

* Esistenza di diverse carenze di prestazioni a causa dei mancati investimenti nel corso negli anni '90 e all'inizio del nuovo secolo

* Prezzi e costi molto elevati

* Il turismo non è più gestito dalla popolazione svizzera come avvennero decenni addietro

2.2 Vantaggi

* Il settore turistico svizzero è in un'ottima posizione

* La Svizzera nel suo insieme è uno dei paesi più competitivi al mondo

* Il turismo in Svizzera sfrutta la sua morfologia come i laghi, montagne, natura

* Il Ticino è un cantone che usa molto il settore turistico per garantire degli utili

* Grazie al mercato turistico i capitali nazionali circolano più velocemente.

* Grazie al turismo c'è un grande scambio di esportazione e importazioni di servizi e informazioni con i paesi esteri

* La Svizzera turistica gode di un'ottima reputazione all'estero ed è uno dei paesi più attrattivi à per il suo fascino e la molteplicità delle destinazioni, l'eccellenza delle infrastrutture e uno standard di sicurezza molto elevato

3. Il settore alberghiero e para-alberghiero

Nel settore alberghiero sono comprese tutte le cliniche private e di cura, presenti su un dato territorio.

In questo settore ci sono delle regole che gli albergatori devono rispettare: non possono dare alloggio a persone non munite di carta d'identità o altri documenti che ne dimostrano l'identità. Inoltre gli albergatori devono tenere un registro delle persone alloggiate.

L'ufficio federale di statistica prevede che entro il 2011 la situazione nel settore alberghiero debba migliorare molto, durante quest'anno 2010 invece, dovrebbe perlomeno stabilizzarsi. La spirale negativa dovrebbe, infatti, essere interrotta.

Un problema che è presente nel settore alberghiero e nel settore della ristorazione é la differenza salariale fra uomini e donne che in questo momento è mediamente elevata. Queste ingiustizie salariali non dovrebbero più sussistere da quando, nel 1996, è entrata in vigore la legge federale sull'uguaglianza e la parità salariale tra uomo e donna.

Ci sono diversi tipi di alberghi che si classificano secondo le seguenti caratteristiche:

Secondo il traffico e la clientela:

Alberghi di transito (ospitano persone che fanno tappe nelle città sono situati nelle vicinanze di stazioni ferroviarie, aeroporti,.. però sono molto costosi).
Alberghi di stagione (sono situati in luoghi panoramici come spiagge laghi come ad esempio i bungalow)
Alberghi di permanenza (alberghi in cui clienti hanno un'abitazione fissa).

SETTORE PARA-ALBERGHIERO

Per settore para-alberghiero s'intendono tutte le strutture di vacanza che non siano né alberghi né cliniche private, ma ad esempio ostelli, campeggi, case di vacanza, ecc.

Una delle entrate importanti del settore para-alberghiero proviene dai bed & breakfast. Questo tipo di alloggio turistico, negli ultimi anni, ha acquisito dimensioni molto importanti. Oggi in Svizzera ci sono più di 750 operatori e un totale di oltre 4'500 posti letto.

Gli alloggi bed & breakfast offrono solamente pernottamento e colazione, i periodi di vacanza scelti solitamente sono i fine settimana o dei brevi tempi di vacanze.

3.1 Vantaggi

* L'ospite è sempre al centro delle infrastrutture, gli orari di apertura così come l'assortimento, sono sempre adattati alle esigenze dell'ospite e del mercato

* C'è un'ampia disponibilità di prestazioni

* La Svizzera è la nazione che conta il maggior numero di esercizi pubblici

3.2 Svantaggi

* Creazione di grande concorrenza all'interno del settore

* Prezzi abbastanza elevati nel settore di lusso per le prestazioni offerte

* Il settore alberghiero medio non è all'altezza dei concorrenti confinanti nel senso della relazione prezzo/prestazione

4. Pernottamenti

Il numero di pernottamenti negli alberghi svizzeri all'inizio del 2010 è diminuito nettamente rispetto all'inizio dello scorso anno. In Ticino invece, si è fortunatamente registrato un aumento dei pernottamenti rispetto al gennaio 2009.

Nel settembre 2009, rispetto al settembre 2008 c'è stata una lieve diminuzione dello 0,4%. In questo mese il settore alberghiero svizzero ha registrato 3,4 milioni di pernottamenti.

L'incremento più elevato che c'è stato nel settembre 2009, é dovuto dai pernottamenti dei clienti asiatici. Con un incremento pari al 18% rispetto al settembre 2008.(a capo)

Si è invece verificato un calo del 17% di pernottamenti in meno da parte dai turisti provenienti dal Regno Unito.

Nell'anno 2009, in tutte le regioni della Svizzera, soprattutto nel Canton Grigioni, si percepiva una forte diminuzione dei pernottamenti.

L'unica regione a non essere stata toccata è Basilea, dove si è registrato un aumento dell'1,4%, grazie soprattutto alla mostra dedicata a Van Gogh.

Nell'insieme i pernottamenti sono stati dunque di 1,7 milioni in meno dell'anno precedente.

Per il mercato turistico svizzero, i turisti britannici sono molto importanti, purtroppo sono stati proprio loro ad abbandonare la Svizzera come meta turistica. In sostituzione si è fatta avanti la Cina che ha fatto aumentare del 27% i pernottamenti supplementari. Un'altra nazione che ha fatto incrementare i pernottamenti è la Germania, che sta diventando molto importante per il turismo elvetico.

Adesso, una settimana prima dalle vacanze pasquali la situazione è cambiata, ci sono pochi hotel ticinesi da due a tre stelle che sono esauriti. Invece gli hotel dalle quattro alle cinque stelle non hanno subito nessuna variazione, in quanto, le abitudini e le maniere dei ricchi non sono cambiate.

Cause degli elevati cali

Una causa molto importante è il clima di profonda diffidenza dei consumatori. La colpa è dovuta anche dall'aumento della disoccupazione che ha colpito tutti gli Stati. Infatti la disoccupazione è nettamente aumentata per via della crisi economica.

La Legge svizzera prescrive che se imprese, enti non riescono a dare soldi per lo sviluppo del turismo la Confederazione può dare sussidi per far fronte a delle crisi, questi soldi li può dare grazie al fondo svizzero per il finanziamento del turismo.

(Dati presi dall'ufficio federale di statistica)

STATISTICA SUI PRINCIPALI TURISTI STRANIERI CHE VISITANO LA SVIZZERA

http://www.bfs.admin.ch/bfs/portal/it/index/dienstleistungen/publikationen_statistik/statistische_jahrbuecher/stat__jahrbuch_der.html

Da questo grafico ripreso dall'Ufficio federale di statistica, possiamo vedere che i turisti in Svizzera provengono prevalentemente dalla Germania.

Il numero dei turisti tedeschi è, infatti, nettamente superiore rispetto a quelli del resto del mondo.

I turisti inglesi sono al secondo posto, con circa 4 milioni di pernottamenti in meno rispetto ai germanici ma comunque sono abbastanza presenti nel turismo svizzero. Rispetto a anni fa il numero di pernottamenti da parte dei turisti britannici è nettamente diminuito.

Con circa un milione di pernottamenti troviamo gli Stati Uniti, la Francia, l'Italia e l'Olanda che sono comunque, tutto sommato, turisti abbondantemente presenti sul nostro territorio.

Infine con un minor numero di pernottamenti troviamo delle nazioni come il Belgio, il Giappone, la Spagna, la Russia e l'Austria che contano meno di un milione di pernottamenti. Anche i turisti provenienti da queste nazioni sono abbastanza presenti sul territorio svizzero, certamente in modo molto ma molto meno marcato rispetto a turisti provenienti da nazioni come la Germania.

5. Turismo business

Il turismo di business lo pratica chi ha relazioni commerciali, contatti fra imprese e opportunità professionali. Le persone che svolgono un turismo congressuale o di business sono coloro, che devono viaggiare e svolgere tali attività per lavoro, per un'attività remunerativa.

Ci sono persone che cercano di sviluppare i propri affari nel turismo.

Nel turismo di business svizzero si prevede, per i prossimi mesi, un rialzo delle prenotazioni da parte di ospiti stranieri.

6. Lavoratori stagionali

Sono considerati lavoratori stagionali coloro che svolgono una certa attività lucrativa per un determinato periodo dell'anno. La maggior parte dei lavoratori stagionali, lavorano prevalentemente nell'agricoltura, nell'artigianato, nell'edilizia e nel settore turistico.

Il lavoro stagionale è legato a immigrazioni o emigrazioni. Lo sviluppo del turismo svizzero negli anni 1870-1880 ha dato origine a una grande immigrazione stagionale soprattutto dall'Italia settentrionale.

“Nel 1931 la Legge federale sulla dimora e di domicilio degli stranieri istituì ufficialmente lo statuto dello stagionale, che permetteva alla manodopera estera di risiedere in Svizzera per massimi 9 mesi all'anno senza poter portare con sé i famigliari.”[1]

Il lavoro stagionale nel settore alberghiero è molto presente nelle stagioni estive e invernali, durante le quali molti turisti trascorrono le loro vacanze.

7. Lavoro ridotto

Per lavoro ridotto s'intende la riduzione temporanea o la completa sospensione dell'attività lavorativa di un'azienda. La riduzione deve essere causata da motivi di carattere economico. Ad esempio una causa può essere delle strade chiuse per pericolo di valanghe, inondazioni e in questo modo i lavoratori non possono recarsi sul posto di lavoro.

Il lavoro ridotto consente di non dover licenziare i lavoratori, permette quindi la continuazione e la validità degli accordi contrattuali.

I lavoratori che sono colpiti dal lavoro ridotto devono percepire l'indennità per lavoro ridotto.

8. Commento personale di Noemi

Il turismo è un settore molto importante per l'economia svizzera, quindi bisognerebbe sfruttarlo di più e migliorarlo/svilupparlo, dato che la Svizzera non ha tante materie prime. Ci sono tanti vantaggi per il turismo come quello di conoscere altri popoli annesso a scambi culturali.

Per esempio si potrebbe migliorare il marketing, farlo più efficiente e puntato verso il turista, un cliente soddisfatto è il miglior marketing possibile. Migliorare l'igiene negli alberghi come i bagni, la cucina, le stanze; migliorare i trasporti pubblici; trovare un posto conveniente per le strutture turistiche, ad esempio le stazioni sciistiche, che sono importanti per il turismo invernale e di sostenerlo il massimo possibile al posto di chiuderli.

Il problema della Svizzera è che ha sempre la stessa immagine: è un paese riconosciuto solo per le sue Alpi, le escursioni e la natura, dove tutti gli uomini mangiano la cioccolata mentre mungono le mucche.

Bisogna puntare senz'altro anche su questo ma anche sull'offerta culturale urbana, in quanto in svizzera esistono dei teatri ed eventi culturali di fama mondiale.

La Svizzera è avvantaggiata grazie alle sue montagne e ai suoi laghi e questo non possiamo negarlo. Un altro punto a favore è la vicinanza tra città e montagna, perché permette in poco tempo di andare da un posto all'altro, rispetto ad altri paesi. Così in una giornata, il turista può visitare due posti, per esempio il centro storico di Berna e allo stesso giorno di salire in vetta della famosa Jungfrau.

L'arma convincente della Svizzera sono gli eventi culturali e musicali. I turisti sono attratti da queste esposizioni o concerti come quella su Van Gogh a Basilea o ai festival musicali, come per esempio quello di Montreux.

In generale negli ultimi anni è stato svolto un buon lavoro in quest'ambito, poiché si è investito tanto nella qualità degli edifici e dei servizi e, considerando gli articoli di giornali esteri in base alle affermazioni di turisti stranieri, la Svizzera ha un buon rapporto qualità-prezzo.

La Svizzera è sempre nominata come piazza turistica molto cara. A mio parere invece, questa reputazione non è del tutto vera. Essa offre, paragonando con altre nazioni, la massima qualità nel senso di servizio, professionalità e gentilezza. Comunque sia, anche la Svizzera non può riposarsi sugl'allori e deve sempre stare al passo del tempo. Di conseguenza è un dato di fatto che essa debba continuamente investire nelle novità, nella varietà della gamma di offerte e nella formazione continua del personale. Il cliente se riceve la massima qualità non guarda più al prezzo ma addirittura è disponibile a pagare volentieri questo plusvalore.

Al momento di ripresa dell'economia dalla crisi esistente, prevista dal 2011, il settore turistico sarà nuovamente una buona fonte di introiti per la Svizzera.

Chiaramente il target di turista che visita la Svizzera non è colui che vuol fare delle vacanze a buon mercato. Eppure sono convinta che la Svizzera con gli attributi esistenti può acquistare anche questo tipo di turista, giacché essa vanta nell'insieme della reputazione dei principi sani, una grande solidità politica e di sicurezza per il singolo come pure il grande vantaggio di una ottimale organizzazione e pulizia del paese. Il principio di investire gli utili nell'infrastruttura alberghiera appaga comunque e fa sì che il turista ci ritorna sempre nel luogo di vacanza. Di fatti il volume degli investimenti immobiliari o per opere di restauro è così cresciuto del 10,9% a oltre 1 miliardo di franchi nel 2009.

I veri turisti arrivano nel week end e per questo è importante anche migliorare l'offerta nei centri, come per esempio allargare gli orari di apertura e di chiusura di negozi, perché bisogna sfruttare al meglio le opportunità come quello per lo shopping. Specialmente nelle grandi città come Zurigo oppure Basilea, sarà necessario dare delle nuove motivazioni per incrementare e sfruttare le esistenti possibilità nel settore turistico.

Negli ultimi anni si è visto un profondo cambiamento dei viaggiatori. Loro danno più peso ai viaggi individuali, alle riservazioni fatte all'ultimo momento ed il turista viaggia sapendo esattamente il costo. L'altra tendenza invece è, che sempre più persone fanno vacanze nel proprio paese. Come nel 2002 in totale c'erano 6,88 milioni di turisti, tra i quali 1,26 milioni degli ospiti erano svizzeri.

Al turista non piacciono luoghi sporchi, dove non sta bene e il cibo non è buono. Per questo il Ticino deve proteggere i suoi “beni e usanze locali”, i laghi, le montagne, i fiumi, i parchi, anche le strade, i mezzi di trasporto per dare più sicurezza e in questo modo far incentivare il turista di venire nuovamente nel nostro paese in quanto riceve una buona impressione.

Magari la crisi non porta solo svantaggi. Per chi vive in Svizzera, se non vuole rinunciare alle vacanze, al posto di andare alle Hawaii, opta per un viaggio di poche ore con un costo adeguato.

Secondo me il Ticino non deve preoccuparsi poiché ci saranno sempre turisti che arrivano grazie alla sua bellezza e al suo costume tradizionale. In più il clima mediterraneo che esiste in Ticino ha un ruolo molto significante e importante, in quanto anche durante i periodi invernali con il sorgere del sole, questo microclima offre un ambiente mite e di senso vacanziero. Paragonando con la Svizzera interna, il Ticino non ha niente da rimpiangere!

9. Commento personale di Marta

Visto che il turismo è un settore estremamente importante per l'economia svizzera, secondo me dovrebbe venir messo più in evidenza, cercando di attirare ancora un maggior numero turisti. Offrendo nuove idee per incrementare il turismo elvetico.

Nel settore turistico la Svizzera ha delle buonissime potenzialità, poiché, nel nostro paese abbiamo le regioni alpine e i laghi che attirano molti turisti, sia d'inverno che nei periodi estivi.

Una regione prediletta anche dai turisti Svizzeri è l'Engadina che a me personalmente piace moltissimo. Pure città come Ascona, Basilea, San Gallo, ecc. sono molto visitate e amate dai turisti stranieri. Se invece pensiamo al Ticino, anch'esso è una delle mete preferite, soprattutto dai turisti Svizzeri tedeschi.

Una cosa che porterebbe dei vantaggi al turismo elvetico sarebbe una miglior organizzazione, frequenza e sicurezza dei trasporti pubblici.

Anche la situazione negli alberghi si potrebbe ottimizzare, mantenendo più pulizia, maggior igiene, effettuando più controlli così da mantenere una buona reputazione e un buon numero di clienti.

Sarebbe positivo migliorare le competenze e l'istruzione dei dipendenti del settore turistico. Magari cercando di togliere queste disparità salariali tra uomini e donne che anche in questo settore sono presenti, e inoltre sono abbastanza elevate. Questo darebbe un immagine più bella e onesta al settore.

Forse per cercare di attirare nuovi turisti o per lo meno per cercare di mantenerne bisognerebbe cercare di migliorare l'immagine che il mondo ha della Svizzera. In questo modo magari si riuscirà a non far diminuire ancora di più i pernottamenti stranieri. Credo che dopo certe questioni economiche e politiche, accadute in Svizzera negli ultimi mesi, la nostra immagine non sia più come quella di una volta. Penso che anche questo influenzi il nostro settore turistico.

Peso che, per aumentare la crescita del nostro turismo e delle entrate che esso porta, sia indispensabile sistemare le cose che evidentemente non funzionano e cercare di essere sempre più competitivi a livello mondiale mettendo in evidenza i potenziali della nostra nazione e delle sue regioni.

In questi ultimi anni il turismo elvetico ha avuto dei forti cali, dovuti anche dalla crisi economica, ma ora ne stiamo uscendo. Penso dunque che nei prossimi anni le entrate provenienti dal settore turistico avranno nuovamente degli incrementi, dei profitti e degli utili molto positivi.

11. Links

- http://www.swissinfo.ch/ita/economia/Il_settore_alberghiero_resiste_alla_crisi.html?cid=8354010

- http://www.ti.ch/CAN/SegGC/comunicazioni/GC/odg-mes/rapporti/pdf/6272R.pdf

- http://www.inno-tour.ch/web/

- http://www.ti.ch/dfe/ustat/notiziario/comunicati/0352-0910-90.pdf

- articoli sul Corriere del Ticino

12 Elenco abbreviazioni

SECO: Segretaria di Stato dell'economia. La SECO è il centro di competenza della Confederazione per tutte le questioni di politica economica

DFE: Dipartimento federale dell'economia

SCA: Società svizzera di credito alberghiero. È una società cooperativa di diritto pubblico della Confederazione, con sede a Zurigo.

[1] http://hls-dhs-dss.ch/textes/i/I7934.php

Please be aware that the free essay that you were just reading was not written by us. This essay, and all of the others available to view on the website, were provided to us by students in exchange for services that we offer. This relationship helps our students to get an even better deal while also contributing to the biggest free essay resource in the UK!