OCSE la Cina trascina l'economia mondiale

OCSE:

la Cina trascina l'economia mondiale
L'accelerazione dei volumi dei prestiti comporta maggiori rischi per le banche.
La Cina, che già è la seconda più grande economia mondiale, nel giro di 5-7 anni potrebbe sorpassare gli Stati Uniti e divenire leader nella produzione manifatturiera

PARIGI Con l'aiuto delle consistenti azioni di stimolo all'economia da parte del governo, la Cina sta guidando l'economia mondiale fuori dalla recessione. Lo afferma un rapporto dell'OCSE secondo il quale la Cina, che già è la seconda più grande economia mondiale, nel giro di 5-7 anni potrebbe sorpassare gli USA e divenire leader nella produzione di beni manifatturieri. Secondo l'organizzazione di Parigi è però ora giunto il momento che la spesa pubblica «sostenga maggiormente le riforme sociali in aree come l'educazione, l'assistenza, le pensioni e la salute». Nel 2008 il debito pubblico della Cina era al 21% e le misure dell'economia hanno solo lievemente appesantito le finanze pubbliche cinesi, aumentando il debito del 3%.

Sempre l'OCSE segnala che l'eccesso di credito bancario in Cina potrebbe minacciare la stabilità delle istituzioni finanziarie di una delle principali economie del mondo. È quanto si legge in un rapporto secondo il quale, «sebbene le banche cinesi siano rimaste al riparo dalla crisi economica mondiale, l'accelerazione dei nuovi prestiti a partire dal 2009 rischia di portare una nuova ondata di crediti non performanti negli anni a venire». L'OCSE si dice inoltre «preoccupata per le pressioni inflazionistiche che salgono rapidamente», tanto che ha aumentato le stime sull'inflazione del 2010 dallo 0,1% all'1,8%, mentre quelle per il 2011 passano dall'1% al 2%. Nel 2009 il tasso di inflazione in Cina è stato pari al -0,7%. Le previsioni del PIL sono confermate al +10,2% per l'anno in corso ed al +9,3% per il prossimo.

OCSE:

la Cina trascina l'economia mondiale

Corriere del Ticino del 3 febbraio 2010

Individuazione dei temi

· La Cina è a capo dell'economia mondiale

* Debiti del 21% per la Cina

· OCSE si preoccupa per l'inflazione che mette pressione

Approfondimento

L'OCSE (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico) è nata nel 1961e la sua sede principale è a Parigi (Château de la Muette). L'OCSE ha diversi scopi che servono ad aiutare i suoi 30 paesi membri:

· favorire una crescita economica sostenibile

* sviluppare l'occupazione

* aumentare il tenore di vita

* mantenere la stabilità finanziaria

* aiutare gli altri Stati a sviluppare la loro economia

* contribuire alla crescita del commercio mondiale

(citazione: http://www.eda.admin.ch/eda/it/home/topics/intorg/oecd.html)

L'OCSE cerca negli stati problemi comuni per poi trovare un modo per risolverli, identifica delle buone prassi, comparano le loro esperienze con altre, sviluppa standard internazionali e coordinano le politiche nazionali e internazionali. Produce grafici sull'economia e sulla società e statistiche.

Che vantaggi ha la Svizzera con l'OCSE?

* Una piattaforma internazionale per la tutela degli interessi della Svizzera

* Possibilità di contribuire alla definizione di standard internazionali

* Apprendimento tra pari

* Argomenti per riforme strutturali necessarie ma politicamente delicate

* Ambiti d'interesse particolare: investimento, concorrenza, fiscalità, sviluppo, sanità e innovazione.

(citazione: http://www.eda.admin.ch/eda/it/home/topics/intorg/oecd.html)

In futuro l'organizzazione procederà con l'adesione del Cile, dell'Estonia, dell'Israele, della Russia e della Slovenia. In più si impegnerà maggiormente con i futuri protagonisti dell'economia mondiale tra cui il Brasile, la Cina, l'India, l'Indonesia e l'Africa del Sud. Ci sarà il rischio una perdita di influenza e di peso economico di fronte a nuovi attori quindi l'obbiettivo sarà di creare un centro nevralgico della globalizzazione.

Su questa cartina del mondo si possono vedere i 30 paesi membri dell'organizzazione (Australia, Austria, Belgio Canada, Corea, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Giappone, Grecia, Irlanda, Islanda, Italia, Lussemburgo, Messico, Norvegia, Nuova Zelanda, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Spagna, Stati Uniti, Svezia, Svizzera, Turchia, Ungheria).

Com'è nata l'organizzazione

Piano Marshall

Il piano Marshall è il piano per la ripresa europea ed è stato fatto per la ricostruzione dell'Europa dopo la seconda guerra mondiale.

Il piano fu annunciato nel 1947 da George Marshall, durante un discorso nell'università di Harvard.

Il suo scopo era quello di aiutare l'Europa economicamente in pochi anni (3-4 anni) per farla uscire dalla crisi causata dalla seconda guerra mondiale.

Nel 1951 terminò: la ripresa europea era conclusa.

Organizzazione per la Cooperazione Economica Europea

L'Organizzazione per la Cooperazione Economica Europea (OEEC) è stata la prima versione dell'organizzazione per l'aiuto all'Europa dopo la seconda guerra mondiale.

Fu istituita nel 1948 per controllare l'andamento del piano Marshall.

Nel 1961 fu riorganizzata e si trasformò in OCSE, cioè Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico.

Glossario

· Prassi:

l'attività pratica in quanto contrapposta a quella teorica.

Commento personale

Loredana

Questa organizzazione è molto utile, sia per gli stati che hanno molti problemi e sia per quelli che ne hanno di meno perché possono aiutare e dare consigli a quelli con più difficoltà e quindi legare di più con gli stati in difficoltà grazie a queste difficoltà. E quando quelli con meno problemi avranno un problema ci saranno sempre gli altri ad aiutare. Mi ha interessato sapere come funziona l'OCSE avendo sentito parlarne nei telegiornali e comunque sapendo che è un organizzazione che aiuta gli stati. Abbiamo lavorato in modo da evidenziare l'aiuto che da l'OCSE agli stati che ne fanno parte.

Diana

Penso che questa organizzazione sia molto utile, perché nell'economia di adesso (ma anche in quella di 60 anni fa) è molto importante un aiuto che possa mettere in riga gli stati con le loro economie e i loro problemi. È molto importante per aiutare le nazioni in difficoltà e farle uscire dalle crisi.

Senza questa organizzazione la vita non sarebbe più uguale, lo standard di vita sarebbe molto inferiore, ci sarebbe più disoccupazione, ci sarebbero crisi economiche in ogni momento e il commercio mondiale sarebbe molto limitato.

Fonti

http://it.wikipedia.org/wiki/Organizzazione_per_la_Cooperazione_e_lo_Sviluppo_Economico

http://www.oecd.org/home/0,3305,en_2649_201185_1_1_1_1_1,00.html

http://www.eda.admin.ch/eda/it/home/topics/intorg/oecd.html

Please be aware that the free essay that you were just reading was not written by us. This essay, and all of the others available to view on the website, were provided to us by students in exchange for services that we offer. This relationship helps our students to get an even better deal while also contributing to the biggest free essay resource in the UK!